domenica 8 gennaio 2012

Voglio un tuo bacio

voglio sentire il il tuo naso tra i capelli mentre mi annusi il collo.
Le tue mani dietro la nuca che mi accarezzano piano mentre le lingue si cercano e le bocche si incollano.
Sentire i tuoi morsetti sul labbro inferiore, i succhiotti, i sospiri, il tuo sapore, le nostre dita intrecciate, i nostri corpi eccitati.
Nascosti in un vicolo, stretti al muro, come due ragazzini che si nascondono per non farsi vedere da nessuno.
...


VOGLIO UN TUO BACIO.

Quel bacio inizia sfiorando delicatamente, appena poggiando le labbra morbide, soffici, si cercano timidamente, è il loro primo incontro, piano piano si esplorano sfiorandosi, rispondendosi
poi cominciano a stringersi, a cercarsi di più, a voler sentire il sapore, a scambiarselo succhiandosi appena
una lingua inizia a carezzarle teneramente e incontra appena la punta dell'altra
dolcemente si incontrano, iniziano a esplorarsi
vogliono conoscersi di più, si leccano, leccano le labbra
il respiro si fa più breve, sto succhiando la tua lingua mentre ti stringo di più, mentre ti avvicino a me
un attimo, le labbra premono e le lingue si muovono a fondo leccandosi, succhiandosi, mordicchiando, più veloci e più profonde
i corpi si stringono, la stretta si fa più forte, i nostri bacini si avvicinano
i corpi, ancora rigidi, premono l'uno sull'altro
ormai non distinguo più la mia lingua dalla tua è tutto umido morbido duro dolce irruento un gemito i corpi iniziano a sciogliersi il nostro abbraccio è sinuoso abbiamo iniziato a fonderci dalle bocche che hanno sempre più fame e premo premo premo mentre mi accogli mentre il mio sesso sta esplodendo mentre la lingua la tua la mia non si ferma più
abbiamo passato un'ora in quel vicolo vicino alla stazione cosi, sto esplodendo, ho bisogno di riversare la mia anima nella tua bocca di esplodere di scaricare l'anima e ti stringo ti bacio ti stringo ti lecco ti stringo ti mordo finchè la tua mano di seta non scende a darmi sollievo prima di morire li
si, si, si !
sei liquefatta anche tu, le mie dita sentono i tuoi umori, la tua voglia, entrano, una, due ,tre,quattro, le muovo mentre carezzo il tuo morbido clitoride tremando mentre stringi forte il mio ... senza smettere di succhiarci l'anima
non posso gridare, non puoi gridare !

2 commenti:

Si è verificato un errore nel gadget

Post più popolari

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...