giovedì 28 febbraio 2013

Il mio regalo


Dove sei?
Ti sento qui con me ma non ti vedo, come un profumo di spezie antiche portato dal vento che mi avvolge e resta sulla pelle a farmi sognare.
Sei nei miei occhi, chiusi come fossero cassetti, custodito come un prezioso monile, segreto come una notte d'estate e di passione.

E così ad occhi chiusi ti chiedo un regalo.
Strappami l'anima dalle mani, sono io che te la sto porgendo;
incendiala, ti prego, con un tuo sguardo e poi leniscila con un bacio appena sfiorato.
Spogliami di ogni pudore e vestimi di te, e quando il respiro rotto e le gote arrossate ti parleranno del mio desiderio, prendimi con vigore, senza pietà alcuna.
Il mio piacere sarà il mio regalo per te.



11 commenti:

  1. Emozioni forti..senza regole.
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maurizio, le emozioni se non son forti, che emozioni sono? :)
      Buona giornata.

      Ross

      Elimina
  2. Risposte
    1. Ciao Kaliiii, in questi giorni latiti?.... :)
      Un bacione

      Elimina
    2. Eh sì purtroppo, latito da tutte le parti.
      La vitaccia non mi dà tregua per i famosi voli pindarici della mente ufff...

      Elimina
  3. Buon otto marzo Manuela
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Maurizio!!! Che pensiero gentile...

      Elimina
  4. Ciao Rossa... manchi da troppo tempo dalla scena...

    Spero tu stia bene, innanzitutto. Poi spero di rileggerti presto.

    Un abbraccio
    L.

    RispondiElimina
  5. Ciao LIps, grazie, sei un tesoro....
    Ma vedi, non sto scrivendo perchè non ho più tanta voglia (o predisposizione) di aprire la porta alle emozioni, e se non mi emoziono non scrivo....
    Sono serena, e questa è già una gran cosa.

    Un bacione :-*

    ( e poi improvvisamente, con una folata violenta e inaspettata di vento, la porta si spalanca, e non si può far niente per richiuderla...)

    RispondiElimina
  6. ...questa è la cosa importante: che tu sia serena. Sono felice per te.

    Mi vien da dire... per fortuna che non si può fare niente contro il vento... Se controllassimo tutto sarebbe una vita monotona, senza melodia.
    Anche se a volte è giusto e necessario tapparsi le orecchie e ascoltare solo il silenzio. Che spesso ha da dirci molto di più che una dolce melodia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in tutto con te. Senza improvvise folate di vento, senza improvvise burrasche e inaspettati tramonti di un rosso acceso, la vita sarebbe solo grigio e freddo quotidiano.
      Ma a volte anche il silenzio è necessario, è rilassante e rassicurante.

      Ti mando un bacione al volo :-*

      Elimina

Si è verificato un errore nel gadget

Post più popolari

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...